L'anno accettevole del Signore

Luca 4:18,19 “Lo Spirito del Signore è sopra di me; per questo egli mi ha unto per...predicare l'anno accettevole del Signore”.

L'anno precedente è ormai trascorso ed è alle spalle. Certamente tutti cerchiamo di qualificarlo in qualche modo: buono, discreto, mediocre, cattivo, difficile...sta di fatto, però, che ormai è archiviato. In qualunque modo sia passato, ormai è alle spalle. Vi possono essere rimpianti, recriminazioni, soddisfazioni, in ogni caso non si può fare più nulla, quel che è stato è stato! Si guarda invece con occhio diverso al futuro, a quello che verrà, come sarà? Con quale spirito va affrontato? che cosa ci riserverà? La cosa più importante è che sia un altro "anno accettevole del Signore” (v.19). "Accettevole" è una parola che "indica una persona o una cosa considerata favorevole", quindi se Il Signore ci lascerà ancora sulla terra, quest'anno sarà accettevole, perchè è un anno dell'era della grazia! Anche in quest'anno "accettevole" sarà favorevole:

La Parola di Dio

Dice il versetto 19, "predicare l'anno accettevole del Signore". La parola di Dio è sempre accettevole, sempre favorevole per noi. Non è parola d'uomini ma Parola di Dio. Quando parlano gli esseri umani, la loro parola può nascondere cattiveria, malizia, perchè "la fonte getta...dalla medesima apertura il dolce e l'amaro" (Giacomo 3:11), dunque, le parole degli uomini hanno la facoltà di produrre la morte, sono in grado, appunto, di mortificare. Infatti, gli uomini "possono avere un veleno d'aspidi sotto la loro lingua", come dice il salmista. Quindi, le parole umane riescono a ferire e produrre la morte. Non è così La Parola di Dio! La Parola di Dio è parola di vita, è parola vivente, non può mortificare, non può produrre la morte, non può ferire, al massimo può compungere (Atti 2:37), e, come l'improvvisa puntura di un ago che fa balzare in piedi e scattare, può provocare un balzo, uno scatto di vita, alla vita nuova e alla vita eterna! Anzi, la Parola di Dio può produrre la vita dove c'è invece la morte (Lazzaro), consolazione dove c'è afflizione (la vedova di Nain, i discepoli che videro Gesù, i quali "tornaroro a Gerusalemme con grande allegrezza ed erano del continuo nel tempio, benedicendo Iddio" - Luca 24:52).

La volontà di Dio

E' l'anno accettevole del Signore anche perchè la volontà di Dio sarà ancora favorevole: "E non vi conformate a questo secolo, ma siate trasformati mediante il rinnovamento della vostra mente, affinchè conosciate per esperienza qual sia la volontà di Dio, la buona, accettevole e perfetta volontà" (Romani 12:2). Dio non prova soddisfazione se non nel fare il bene! Non si compiace mai del male, nè del disagio, nè delle difficoltà, nè delle sofferenze altrui, nè dell'imbarazzo, nè delle umiliazioni: Dio si compiace soltanto del bene! Egli, infatti, dice: "Provo io forse piacere se l'empio muore? dice Il Signore, l'Eterno. Non ne provo piuttosto quand'egli si converte dalle sue vie e vive?" e ancora: "Di loro: Com'è vero ch'io vivo, dice il Signore, l'Eterno, io non mi compiaccio della morte dell'empio, ma che l'empio si converta dalla sua via e viva" (Ezechiele 18:23; 33:11).

Quindi la Sua volontà non si prefigge altro che bene! "Dio non può essere tentato dal male, nè Egli stesso tenta alcuno" (Giacomo 1:13). D'altra parte la Sua volontà non può essere che bene in ogni tempo! Anche quando si configura come qualcosa di apparentemente spiacevole o addirittura inspiegabile, pur tuttavia, si tratta sempre della volontà di Dio buono e misericordioso! Povero Adamo, povera Eva, il Signore disse loro di non mangiare del frutto dell'albero della conoscenza del bene e del male. Dio non intendeva affamare Adamo ed Eva, ma salvaguardare la loro vita e la loro felicità. Inoltre, aveva detto ad Adamo: "Mangia pure liberamente del frutto d'ogni albero del giardino"(Genesi 2:16).

La volontà di Dio è in ogni caso favorevole anche quando appare inspiegabile oppure quando ci prescrive dei divieti. Come si spiega che Gesù rimanesse ancora due giorni in Galilea mentre il suo amico Lazzaro era ammalato? Eppure tutto risulta sempre a Sua maggior gloria, alla salvezza e all'edificazione delle anime!

La risposta di Dio

"T'ho esaudito nel tempo accettevole" (II Corinzi 6:2). Anche nel corso di quest'anno sarà accettevole e favorevole la risposta di Dio... perchè Dio ha risposto, risponde e risponderà a coloro che Lo cercano, a coloro che Lo invocano e Lo supplicano! Chi cerca trova; chi chiede riceve e sarà aperto a chi bussa... perchè è il giorno accettevole, favorevole, in cui si può essere esauditi. Il cielo non è più chiuso, non c'è un cielo di piombo sopra di noi: c'è una porta aperta nel cielo! Un conto è poter difendere la propria causa da soli, anche se si è esperti di diritto, altro conto è, invece, vedere la propria causa difesa da un ottimo avvocato, il migliore del foro: Gesù Cristo, che è alla destra di Dio e intercede per noi! Egli è il nostro avvocato presso il Padre. La nostra preghiera sarà esaudita perchè è ancora l'anno accettevole, favorevole per noi! Andremo al Signore, pregheremo per la salvezza ed Egli ci esaudirà; andremo al Signore pregheremo per il battesimo nello Spirito Santo ed Egli ci esaudirà. Non dipenderà dai nostri meriti, ma dalla Sua misericordia!

La salvezza di Dio 

"T'ho soccorso nel giorno della salvezza. Eccolo ora il tempo accettevole; eccolo ora il giorno della salvezza!" (II Corinzi 6:2). Sarà un altro anno accettevole, favorevole perchè sarà un altro anno di grazia. C'è speranza! La grazia è annuncio della speranza della salvezza. Speranza per gl'increduli: il Signore li vuole salvare. Non si è dimenticato di loro. Gesù non è morto per una categoria ristretta di persone, "quelli che hanno la fede". La fede non si possiede, si riceve, asoltando la Parola di Dio, l'Evangelo della grazia! é salvezza nel senso di liberazione! Lot fu salvato perchè scampò al disastro della distruzione di Sodoma e Gomorra. Era ancora così tanto vicino al fuoco che ardeva, ma intanto non era più in mezzo al fuoco, anzi ne era scampato! Speranza per i credenti: se il Signore non ha ancora salvato uno dei tuoi cari, quest'anno è ancora l'anno accettevole, è ancora l'anno della salvezza. Può essere salvato quest'anno. Non disperare, non perdere la speranza, non dire: "Ormai sono deluso, ormai non lo credo più, non riesco più a credere, mi sono accorato, ho pregato, ma nulla!". Ciò che Dio non ha fatto in mille anni lo fa in un giorno, perchè mille anni sono come il giorno di ieri che è passato. é l'anno accettevole del Signore e, quindi, l'anno in cui è favorevole la Parola di Dio, la volontà di Dio, la risposta di Dio e la salvezza di Dio!

 

Eliseo Cardarelli  

 

CHIESA CRISTIANA EVANGELICA FERRARA   -    Via G.Pesci, 44122   FERRARA

www.adiferrara.it