“Mentr'egli parlava ancora, ecco arrivar gente da casa del capo della sinagoga, che gli dice: La tua figliuola è morta; 

perché incomodare più oltre il Maestro?”

(Marco 5:35)

 

non è mai troppo tardi

Iairo, capo della Sinagoga, si era recato da Gesù affinché stendesse la sua mano di guarigione sulla figlia gravemente malata. Avvenne però che, mentre si recavano a casa di lui, la figlia morì. La gente che si trovava a casa di Iairo, andò loro incontro affermando che non era più necessario che Gesù fosse scomodato per qualcosa di ormai irrisolvibile. Quante volte si fa strada nella mente quella voce che dice: perché incomodare Il Maestro? perché continuare a pregare o a sperare in Lui? Ormai è troppo tardi! Solo Gesù, Colui che può ogni cosa; di fronte alla tragicità di quell’evento poté dire a Iairo: “non temere, solo abbi fede” (cfr. Marco 5:36). Quando sembra non esserci più soluzione e speranza, quando hai ormai perso le forze, quando sei scoraggiato; per Cristo non è mai troppo tardi se solo però continui a sperare in Lui. Se ancora confidi nel Signore con la certezza che nulla è impossibile a Lui, che se “riesci a toccare non foss’altro che il lembo della Sua veste” l’opera Sua si manifesterà nella tua vita (cfr. Marco 5:27-28). L’esortazione che ancora Gesù fa a chi è in difficoltà è di non temere, non aver paura, non farti vincere dallo sconforto, ma aspettati il Suo potente intervento, sappi che “ogni cosa è possibile a chi crede”, anche quando le circostanze ti fanno dire che è troppo tardi.

 

CHIESA CRISTIANA EVANGELICA ADI FERRARA   --   Via G.Pesci, 177  44122   FERRARA