L'OPERA DI Dio NELLA MIA CASA

 

Mi chiamo Maria e con mio marito Salvatore, vogliamo in breve raccontare di come il Signore ha operato in modo meraviglioso nella nostra casa. Abbiamo rispettivamente quaranta e quarantatré anni, siamo di origine siciliana e abbiamo tre figli.

Io personalmente ho sentito parlare del Signore fin da molto piccola; con la mia famiglia abitavamo all’estero ed è lì che i miei genitori accettarono il Signore attraverso la testimonianza di mia nonna paterna.

Vivevamo una vita serena e tranquilla fino a che papà decise di tornare in Sicilia lasciando il lavoro e sradicando cinque giovani dal luogo dove erano nati e cresciuti. Avevo allora cinque anni e vidi a poco a poco la mia famiglia disgregarsi: malumori, liti, problemi economici erano all’ordine del giorno, fino a che i miei fratelli, non riuscendo ad adattarsi al nuovo ambiente, decisero di tornare nella nostra città d'origine.

Fu così che io vissi la più brutta esperienza della mia vita: la famiglia si era sfasciata, a casa mancavano i soldi per vivere, i miei genitori non facevano altro che litigare e mia madre cadde nell’alcoolismo.

Il Signore era stato allontanato da quella casa, eravamo una famiglia allo sbando.

Io trovavo rifugio e pace dalla nonna paterna, di cui seguivo l’esempio di vita cristiana. Non smetterò mai di ringraziarla per l’amore e l’insegnamento che mi ha trasmesso in quegli anni difficili.

A quindici anni conobbi un ragazzo del mio paese. Dopo soli due mesi decidemmo di andare a convivere; lasciai quindi la scuola e dovetti mio malgrado crescere velocemente. Questa decisione fu più che altro dettata dal desiderio di fuggire dalla mia famiglia, scelta che si rivelò ben presto un enorme errore.

Nel 1992, durante il nostro primo anno di convivenza, nacque il nostro primo figlio. Le cose comunque non si sistemarono: mio marito era spesso assente e ci riservava poche attenzioni; caddi così in una profonda depressione in quanto mi trovavo sola con il mio bambino e con un marito che non si preoccupava di lasciarci il denaro per vivere.

Nel 1994 nacque il secondo figlio e la nostra situazione economica peggiorò ulteriormente; ciò spinse mio marito a lasciare la Sicilia per trasferirsi in Emilia Romagna, dove lo raggiunsi dopo un anno. La località era cambiata, i problemi economici sembravano progressivamente svanire ma mio marito rimaneva lo stesso! Irascibile e rissoso non faceva che lamentarsi e a volte arrivava anche a maltrattarmi verbalmente. Ogni scusa era buona per far scatenare la guerra. Nel 2001, stanca di tutto, tentai di togliermi la vita almeno tre volte, ma il Signore, che vegliava su di me, non lo permise, anzi mi preservò da un grave incidente  che ebbi in quell’anno in automobile insieme ad altre tre persone.

Durante quel periodo disastroso, comprammo anche casa. Di fronte ad una preoccupante situazione finanziaria mio marito cercò di impiccarsi proprio in una delle travi di quella casa che avevamo a lungo sognato: il tempestivo arrivo di mio figlio di sette anni lo salvò.

Io ero intontita dall’ennesimo tentato suicidio. Fu allora che alzai gli occhi al cielo e mi ricordai che quel Gesù che avevo nel cuore fin dalla mia fanciullezza, aveva ancora gli occhi su di me! Abbandonai quindi gli antidepressivi e mi affidai al Suo amore: fu la scelta migliore che potessi fare! Nonostante mio marito non fosse cambiato, ora io ero diversa: grazie a Dio ero diventata più forte e le liti con lui mi ferivano di meno.

Nel 2010 mio marito rimase senza lavoro; i debiti ci stavano trascinando al tracollo. Salvatore non sapeva più a chi chiedere aiuto, quando si ricordò di quel Gesù di cui gli avevo a lungo parlato. Piegò le sue ginocchia, gridò al Signore ed Egli cambiò il suo cuore. Accettò Gesù nella sua vita e la rabbia che aveva dentro sparì completamente. Dall’uomo scontroso e irascibile che era, divenne per l’opera di Cristo un marito esemplare, amorevole e generoso. Il Signore aveva compiuto un potente miracolo!

Ma come solo il Signore sa fare, anche la situazione in cui vivevamo cambiò, le cose si sono aggiustate, Dio ha provveduto lavoro a mio marito e ci ha dato il necessario per vivere, Egli ha fatto un opera potente e tangibile nella nostra casa, dove ora regna la pace e l'armonia perché Gesù regna nella nostra famiglia.

Da quattro anni frequentiamo la comunità di Ferrara; abbiamo trovato una famiglia in Cristo. Il Signore è ora presente e abbiamo la gioia, la pace, la salvezza.

Ho scritto questa testimonianza affinché sappiate che il Signore può portare pace in ogni vita che si affida alle sue cure.

“E la pace di Dio, che supera ogni intelligenza, custodirà i vostri cuori e i vostri pensieri in Cristo Gesù” (Filippesi 4:7)

 

 

Maria e Salvatore

 

 

CHIESA CRISTIANA EVANGELICA ADI FERRARA   -    Via G.Pesci, 44122   FERRARA

www.adiferrara.it